Oliver shhh!!!

Ho sempre pensato che i gatti abbiano una grande capacità di comprendere ciò che diciamo, ma a volte mi hanno davvero sorpresa per la loro inaspettata “profondità di intendere.”

Questo è un divertente aneddoto relativo a questo argomento che ha come protagonista Oliver, uno dei gatti che viveva con me anni fa.

Un mattino mi alzo di buon’ora e uscita dalla camera da letto trovo puntualmente tutti i gatti che mi aspettano per fare colazione. In realtà appena sveglia non sono poi così lucida e performante, così tra l’alzarmi e distribuire la razione di croccantini passa almeno mezz’ora. Quel giorno era domenica, unico giorno in cui mio marito poteva riposare ben oltre l’orario di sveglia della settimana lavorativa. Forse Oliver era più affamato del solito o solo più impaziente, ma mentre mi accingevo a recuperare la mia “operatività” lui ha cominciato a miagolare chiedendomi di mangiare. Temendo che il suo miagolio potesse far svegliare mio marito, l’ho guardato e mettendo il dito davanti alla bocca gli ho detto sussurrando: “Oliver shhhh!!!! Fai piano che dorme Roberto!” Beh, la scena successiva è stata davvero una divertente sorpresa… Oliver mi ha guardata e ha miagolato, aprendo anche la bocca, ma senza emettere alcun suono!

Ecco, questo è uno di quei momenti in cui mi sono resa conto che la comunicazione con i gatti può raggiungere delle profondità inaspettate, ed è  fantastico ricevere importanti lezioni in modo allegro come i gatti sanno fare.

– Elga –